Pinterest SEO: guida a come attrarre più visitatori al tuo website

Negli ultimi anni Pinterest si è evoluto notevolmente come social network di tendenza, ma anche come vero e proprio potente motore di ricerca visuale. Come con tutti gli altri motori di ricerca, puoi attuare una strategia di ottimizzazione, migliorando la visibilità della tua azienda sul web e veicolando traffico direttamente al tuo website (partendo proprio da Pinterest).
pinterest SEO

Quanti di voi pensano che Pinterest sia una piattaforma (solo per donne) per condividere la loro ultima ricetta o idea fai da te?

Effettivamente, un buona buona percentuale di utenti su Pinterest è costituita da donne (60% circa).

Ma non solo.

Pinterest si è rivelato un importante social media in cui gli utenti, donne ma anche uomini, navigano per scoprire nuovi brand e prodotti e la maggior parte di questi sono professionisti come architetti, interior designer, lighting designer e progettisti.

Allo stesso modo, Pinterest risulta utile ai brand che vogliono far conoscere i loro prodotti tramite video e foto. 

Pinterest è una piattaforma fortemente visiva e si distingue per questo come uno dei migliori canali social per fare visual content marketing. Pertanto, i brand che sanno come ottimizzare i loro contenuti per Pinterest sono in una posizione migliore per sfruttare i vantaggi offerti dalla piattaforma e, come risultato, possono aumentare la loro visibilità. 

Con oltre 200 milioni di utenti che cercano e pubblicano nuovi contenuti in base ai loro interessi, Pinterest è probabilmente una piattaforma ancora sottovalutata per quanto riguarda la sua capacità di ricerca e del traffico che può guidare verso il tuo website. 

Per questo motivo ottimizzare le tue bacheche su Pinterest diventa essenziale, e noi vogliamo aiutarti a farlo grazie a:

  1. Alcuni dati su questa piattaforma
  2. 6 consigli utili per il tuo profilo business su Pinterest
  3. I "trucchi" per indirizzare il traffico di Pinterest al website aziendale
  4. Le prospettive per la Pinterest SEO nel 2018
  5. Alcune FAQ su Pinterest e SEO

Attualmente Pinterest è uno dei più grandi driver di traffico di qualità (in area social network) ai website nel settore del design e arredamento.


Ma il traffico non rappresenta l’unica ragione per cui utilizzare Pinterest. Questa piattaforma è efficace per l'intero processo di vendita aziendale.

Pinterest rappresenta anche un’enorme opportunità per sconfiggere la competizione, visto che molte aziende online usano Pinterest sottovalutandolo, o non lo utilizzano con costanza.

Con una buona ottimizzazione SEO su Pinterest la tua azienda/brand potrà ottenere una quantità praticamente illimitata di traffico gratuito sul tuo website. 

Pinterest offre ampio spazio alla creatività e allo storytelling e può essere considerato come una piattaforma di "scoperta" in cui i Pinner trovano ispirazione e nuove idee. 

Alcuni dati su questa piattaforma

  • L'80% del traffico di Pinterest proviene da dispositivi mobile
  • Ogni mese avvengono più di 2 miliardi di ricerche su Pinterest
  • La ricerca visiva rappresenta oltre 250 milioni di ricerche mensili su Pinterest

Così come gli altri motori di ricerca, Pinterest ha il suo algoritmo chiamato “Smart Feed”.  Specificando che con la parola “Feed” su Pinterest si intende l’homepage, possiamo dire che questo algoritmo aiuta Pinterest a mostrarti nella homepage i Pin più attinenti alla tua ricerca.  

Quindi è proprio l’algoritmo “Smart Feed” che determina la tipologia di Pin che appaiono all’utente in base ad una serie di criteri, come la qualità del dominio, la qualità dei Pin e dei Pinner e la scelta delle keyword.


Pinterest è uno strumento molto potente per indirizzare traffico e generare contatti sul tuo website. Da alcuni casi studio che seguiamo nel settore design e arredamento, Pinterest diventa il secondo social network dopo Facebook per qualità di traffico ma soprattutto quantità di lead generati. Per non parlare del ritorno d'investimento rispetto allo sforzo impiegato su Facebook e Instagram.


Per attivare un'efficace attività di Pinterest marketing è necessario:

  • Creare un profilo informativo: fornisci tutte le informazioni pertinenti sulla tua azienda e sui tuoi prodotti per incoraggiare il tuo pubblico per la prima volta a visitare il tuo website e saperne di più.
     
  • Realizzare board ben organizzate: fai in modo che i tuoi follower trovino facilmente i contenuti specifici di cui hanno bisogno raggruppando ordinatamente i Pin in board tematiche.
     
  • Creare Pin coinvolgenti: integra ai tuoi Pin delle immagini rappresentative del prodotto e descrizioni interessanti per fornire in modo efficace le informazioni che vuoi far conoscere al tuo pubblico e per indirizzarli verso la tua pagina web. 

Considera che i contenuti di alta qualità devono essere ottimizzati per ottenere più visibilità possibile sulla piattaforma.

Una migliore ottimizzazione SEO su Pinterest significa più visualizzazioni, più interazione, maggior coinvolgimento, più traffico, più contatti e potenzialmente, più vendite.

Quindi, stai cercando dei modi per migliorare la tua strategia di Pinterest?

Vorresti aumentare il traffico del tuo website?

Per generare lead, conversioni e vendite da Pinterest, non bastano like e Repin, ma devi riuscire a far agire di più il tuo pubblico.

Non ti preoccupare, non è così complesso come sembra. 

pinterest SEO

6 Consigli utili per il tuo profilo business su Pinterest

Ecco alcune strategie utili per indirizzare più traffico da Pinterest alle pagine del tuo website ottimizzando profilo, board, pin e annunci.

1. Imposta il tuo profilo business per indirizzare il traffico da Pinterest al tuo website

Per prima cosa non devi fare altro che realizzare un profilo interessante in grado di catturare l’attenzione del tuo pubblico.

Quindi, se ancora non l’hai fatto, registrati su Pinterest con l’account del tuo business. 

Un account aziendale deve avere alcune caratteristiche precise: 

  • Nome personalizzato: innanzitutto imposta il nome del brand per intero anziché un nome personale sull’account aziendale. Durante la registrazione, se clicchi su “Continua con Facebook”, assicurati di essere collegato con la pagina Facebook dell’azienda, altrimenti Pinterest rimanderà al tuo account personale di Facebook. Oppure collegati direttamente con la mail della tua azienda e seleziona la categoria principale a cui appartieni.
     
  • Logo dell’azienda come immagine del profilo: è consigliabile utilizzare il logo del brand come immagine del profilo Pinterest, così da essere più riconoscibile per gli utenti ed essere credibile come account ufficiale.

Inoltre, un account aziendale permette di avere accesso ad alcuni strumenti molto utili:

  • Accesso a Rich Pin: si tratta di uno strumento utile per promuovere ulteriormente i tuoi Pin e attrarre il traffico al tuo website. I Rich Pin forniscono più informazioni contestuali riguardo l’oggetto del Pin. Esistono diversi Rich Pin che puoi usare a seconda del tipo di contenuto che vuoi postare.
     
  • Accesso a Pin sponsorizzati e Pin acquistabili: I Pin sponsorizzati sono annunci visualizzati nella parte superiore delle ricerche con l’obiettivo di aumentare la possibilità di essere visti dagli utenti. I Pin acquistabili, invece, permettono agli utenti di acquistare direttamente su Pinterest. 
     
  • Accesso a Pinterest Analytics: grazie a questo strumento potrai monitorare l’andamento di ogni tuo Pin e valutarne l’efficacia, così da poter pianificare al meglio la tua strategia di marketing.

Queste caratteristiche svolgeranno un ruolo fondamentale per la guida del traffico di Pinterest al website della tua azienda. 

2. Ottimizza il tuo profilo Pinterest

Prima di iniziare a pubblicare Pin ottimizza il tuo profilo Pinterest seguendo alcuni consigli: 

  • Assicurati che il nome della tua azienda sia presente nel nome dell’account e nello username.
  • Quando crei il tuo profilo cerca di mettere in evidenza più informazioni rilevanti possibili per aiutare gli utenti a farti conoscere meglio. Scrivi una descrizione dettagliata di tutto ciò di cui il tuo brand si occupa, spiegando perché la tua azienda è unica e perché gli utenti dovrebbero scegliere i tuoi prodotti piuttosto che altri. 
  • Nelle impostazioni, assicurati di inserire tutte le informazioni necessarie come ad esempio il tipo di business, nazione, posizione, website. 
  • Verifica il tuo website nelle impostazioni. Un profilo verificato aiuta ad aumentare il tuo dominio su Pinterest e darà priorità ai tuoi Pin tra i risultati di ricerca. 
  • Assicurati che nelle impostazioni il tuo profilo non sia impostato su “privato”, ma che sia quindi accessibile ai motori di ricerca.
  • Rendi il tuo profilo Pinterest più visibile aggiungendo keywords rilevanti. Per fare ciò, tieni in considerazione sia i termini che le persone utilizzano per cercare la tua attività nel complesso, sia quelli specifici utilizzati per cercare i tuoi prodotti.  

Tutto questo aiuterà a stimolare il tuo pubblico a visitare il tuo website. 

3. Connetti Pinterest al tuo website

Il modo più veloce per indirizzare il traffico di Pinterest verso il tuo website è aggiungere l’URL al tuo profilo. Se hai realizzato un buona descrizione del tuo brand tra le informazioni del profilo business, il tuo pubblico sarà sempre più curioso e vorrà sapere di più sulla tua attività, quindi è molto probabile che clicchi per visitare il website.  

Non ti dimenticare di verificare l’URL del tuo website. Questo suggerirà agli utenti la credibilità del tuo sito e ti darà l’accesso a strumenti analitici aggiuntivi, in grado di stimare il traffico che arriva al website da Pinterest. 

Aggiungi il pulsante “Follow” di Pinterest al tuo website, così come il pulsante "Save" in modo da stimolare i visitatori a condividere ciò che gli piace sul tuo website direttamente nelle loro board. 

4. Imposta ed ottimizza le board in modo che indirizzino traffico al tuo website

Delle board ben organizzate sul profilo business ti aiuteranno ad attrarre gli utenti verso i tuoi Pin e ad indirizzare il traffico di Pinterest verso il tuo sito. 

Come iniziare?

Innanzitutto organizza le tue board per categorie: molti utenti iniziano la ricerca proprio sfogliando le categorie. 

Organizza le board in argomenti sia generali che specifici, questo aiuterà i tuoi follower a trovare i Pin che desiderano. Le board generali riguardano tutte le principali categorie di prodotto presenti anche nel tuo website; allo stesso tempo puoi avere anche board dedicate a prodotti o ancora meglio gruppo di prodotti e servizi specifici.

Come ottimizzare le board? 

Prova a pensare a che termini potrebbero digitare i tuoi utenti per cercare il tuo brand o i tuoi prodotti e utilizzali per nominare le board e fai un controllo:

  • All'interno di Pinterest
  • Su Google

Ad esempio, se la tua azienda si occupa di arredamento per il bagno, le parole chiave che potresti utilizzare come titoli delle board sono “bathroom ideas for small bathrooms” (se ad esempio i tuoi prodotti si adattano a bagni piccoli), oppure sui prodotti novità "bathroom ideas for 2018".

Passando alle descrizioni diventa importante scrivere per ogni board un contenuto ricco di parole chiave inerenti al contenuto dei Pin

Non lasciare spazio bianco! Hai a disposizione 500 caratteri da utilizzare per le tue migliori keyword. Puoi anche semplicemente elencare tutte le keyword separate da virgole, oppure le puoi scrivere in un breve paragrafo. 

Inoltre, è fondamentale che venga impostato il giusto numero di board per il tuo account.

E’ inutile creare tante board se poi non riesci a gestirle: cerca di crearne tante quante ne riesci poi a mantenere attive, pubblicando con un calendario editoriale come da questa guida a proposito di Pinterest marketing. 

Una board attiva ha un’elevata possibilità di apparire nei risultati di ricerca. Il numero esatto di board dipende dai contenuti che puoi fornire, ma comunque 10-20 board è un buon punto di partenza.  

pinterest seo marketing

5. Ottieni traffico da Pinterest con board stagionali

Anche le board dedicate a specifiche stagioni o festività sono utili per dirigere il traffico Pinterest al tuo website. 

Il consiglio è quello di impostare la tua bacheca stagionale circa un mese prima dell’occasione. In questo modo avrai abbastanza tempo per riempirla con contenuti interessanti e promuoverla ai tuoi followers. Man mano che la stagione si avvicina, posiziona la bacheca sempre più in alto alla lista per darle maggiore visibilità.

Non eliminare la bacheca al passare della stagione: ogni Pin che ha funzionato bene durante la stagione verrà comunque visualizzato nei risultati di ricerca durante le altre stagioni.

Questo ti permetterà di attirare traffico residuo. Magari saranno utili anche per il prossimo anno.

pinterest seo marketing board

6. Ottimizza i tuoi Pin

Così come per tutti gli altri motori di ricerca, dovrai ottimizzare i tuoi Pin per apparire tra i risultati di ricerca. Se pubblichi Pin a random, senza una precisa strategia, probabilmente non otterrai i risultati che ti aspetti.

I tuoi Pin saranno in definitiva gli elementi che guidano più traffico al website.

Pinterest, essendo un motore di ricerca visuale, si focalizza soprattutto sulle immagini. Ma questo non basta: per un’efficace strategia di SEO è importante realizzare delle descrizioni per ogni Pin. Non aver paura di includere dettagli, in quanto ciò aiuterà Pinterest a individuare le tue immagini per ricerche pertinenti. 

Per ottimizzare al meglio i tuoi Pin:

  1. Usa immagini che rappresentino al meglio il tuo brand
    Avere l’immagine giusta da usare aiuta a generare coinvolgimento. Anche mettere più prodotti in un’unica immagine può essere una buona tattica: l’aggiunta di più oggetti aumenta il livello di potenziale coinvolgimento dell’utente e, di conseguenza, questo aumenta la probabilità che facciano clic sui link per saperne di più.

    A volte le immagini contenenti più oggetti possono risultare confusionarie: per evitare che questo avvenga, prova a raccogliere e disporre in modo ordinato gli elementi da fotografare.

    Molti utenti non prestano attenzione all'ottimizzazione del nome dell'immagine: spesso non dedicano quel poco tempo necessario per rinominare la foto con delle keyword significative, come ad esempio “ideas-small-bathroom”, ma lasciano l’immagine nominata “IMG1234.jpg”. 

    Tieni in considerazione anche le dimensioni: Pinterest consiglia una proporzione tra 1.3:5 e 2:3 (larghezza e altezza). La dimensione minima delle immagini è 600 Pixel. Realizza immagini alte, così che restino più a lungo nella bacheca man mano che le persone scorrono. 
     
  2. Scrivi una descrizione per ogni Pin
    Spiega ai tuoi follower in che modo il prodotto che offri soddisferà i loro bisogni, come potranno usarlo, oppure metti in risalto una caratteristica interessante del prodotto che altrimenti non conoscerebbero.

    Puoi includere fino a 500 caratteri, che possono essere visualizzati per intero quando un utente clicca sul tuo Pin per visualizzare di più. Comunque, non è necessario arrivare a scrivere 500 caratteri. Generalmente un paio di frasi di circa 100 caratteri in totale sono sufficienti per fornire alcuni buoni dettagli.
     
  3. Scrivi un titolo breve e coinciso per ogni post
    Un importante scopo del titolo è proprio quello di essere convincente ed incitare gli utenti a leggere di più.
     
  4. Cura la grafica dei tuoi Pin
    Puoi avere il post più bello del mondo, ma se la grafica del tuo Pin si presenta male non otterrai ciò che ti aspetti da Pinterest.
     
  5. Fai una ricerca delle parole chiave
    Inoltre, dovresti aggiungere parole chiave rilevanti anche alle descrizioni dei tuoi Pin. Le parole chiave che scegli dovrebbero essere specifiche per ogni Pin. Gli utenti utilizzano le parole chiave per trovare il contenuto che desiderano. Una volta che hai focalizzato il tuo blog su una strategia di contenuto SEO ed hai già individuato le parole chiave che il tuo pubblico cerca per trovarti, includile nelle tue descrizioni. 
     
  6. Evita di inserire troppi hashtag
    Se il tuo obiettivo è aumentare la visibilità del tuo brand e indirizzare gli utenti di Pinterest al tuo website, allora presta attenzione a come usi gli hashtag: questi su Pinterest sono più simili a un elemento categoriale che puoi aggiungere alle tue descrizioni per aiutare i Pinners a trovare contenuti correlati. 

    Gli hashtag portano ai risultati di ricerca in base alle parole chiave specifiche che utilizzi. Quando includi un hashtag nella descrizione, gli utenti possono cliccarci per trovare il contenuto correlato a quella parola. In questo modo però gli hashtag possono allontanare i tuoi Pinners dai tuoi contenuti e portarli verso Pin simili ma appartenenti ad altri utenti o brand.

    Solo perché usi un hashtag, questo non significa che Pinterest lo indicizzerà.

    Quanti hashtag utilizzare?

    Non usare troppi hashtag come faresti su Instagram: Pinterest ha annunciato che se sommergi il tuo Pin con troppi hashtag, il valore del tuo Pin nei risultati di ricerca si potrebbe addirittura abbassare . Al massimo viene consigliato l'utilizzo di 4 hashtag per Pin.

    Ed infine un ultimo consiglio: se usi un hashtag, rendili unici. Per capire quali parole dovresti usare, guarda i tuoi concorrenti e gli influencer che ti ispirano.
     
  7. Inserisci video rilevanti nei tuoi Pin
    I video aggiunti ai Pin sono un ottimo modo per una maggiore varietà di contenuti. In questo modo potrai mostrare più informazioni che soltanto con le immagini non riusciresti a fare. 

    Un modo efficace di usare video per indirizzare il traffico Pinterest è quello di aggiungere un video teaser e link al video completo inserito nel tuo website. 

    Quando colleghi i Pin al tuo website, non limitarti alla home page, ma collega direttamente alla pagina specifica relativa al Pin. Questo incoraggerà il pubblico a rimanere sul sito poiché si troverà subito sulla pagina giusta.

Una volta che hai impostato i tuoi Pin, dai loro una spinta iniziale usando like e Repin. Così, gli utenti saranno più interessati a leggere i tuoi Pin se vedono che si ripresentano spesso. Puoi anche indirizzare il traffico commentando altri Pin pertinenti e lasciando un link diretto al tuo website.

pinterest SEO

Ulteriori "trucchi" per indirizzare il traffico Pinterest al website aziendale

1. Integra immagini di qualità ai tuoi Pin

Le storie evocano curiosità e le immagini aiutano a trasmettere storie: è per questo che dovresti usare fotografie intriganti nei Pin che crei per promuovere i tuoi contenuti.

Le immagini giuste possono catturare l’attenzione degli utenti e, per curiosità, è probabile che li porti a cliccare sul tuo website per conoscere il resto della storia.

Quasi in tutti i Pin sono presenti immagini e per distinguerti dagli altri dovrai scegliere immagini che siano molto più di semplici rappresentazioni grafiche o foto di prodotti, e facendo uscire la tua indole creativa.

Un Pin che comunica che c’è una storia da raccontare fa soffermare il visitatore. Più tempo passano ad osservare, più alta è la probabilità che clicchino sul link.

2. Fai una ricerca specifica ed approfondita delle keyword

Se conosci bene la strategia di SEO, saprai che l'unico modo per un motore di ricerca di sapere di cosa tratta il contenuto è aggiungere parole chiave. Proprio come accade su Google, i risultati di ricerca di Pinterest dipendono dalle keyword ricercate. 

Quindi, come utilizzare le parole chiave per mostrare a Pinterest che i tuoi contenuti sono rilevanti?

Fai una ricerca di keyword su Pinterest. Quando sarà il momento di ottimizzare i tuoi Pin per la strategia di SEO, ti chiederai se esiste uno strumento per le keyword di Pinterest da utilizzare.

Attualmente, il modo migliore per ricercare le keyword per Pinterest si trova proprio su Pinterest. In che modo? Quando digiti una query di ricerca su Pinterest, noterai che ti verranno suggerite automaticamente delle keyword, così come accade su Google: questi suggerimenti fanno riferimento a frasi di ricerca frequenti.

Dopo aver digitato, sotto la barra di ricerca verrà visualizzato un insieme di ulteriori parole chiave da aggiungere. 

Così come la SEO di Google, anche la SEO di Pinterest è interamente basata sulle long tail keyword (quindi parole chiave formate da più termini, piuttosto che keyword a parole singole). Con delle keyword generiche la concorrenza è sempre più vasta, quindi il consiglio è di puntare sulle long tail keyword per ottenere risultati più mirati.

Purtroppo, non è possibile visualizzare il numero esatto di ricerche di keyword su Pinterest. Ma, se sei interessato, puoi guardare le categorie di Pinterest ed approfondire gli argomenti per vedere quante persone hanno indicato di essere interessati all'argomento. Questo ti darà un'idea di quanto sia popolare una determinata keyword.

Una volta individuate le keyword adeguate e, soprattutto, una volta capito come utilizzarle, sarai già un passo avanti rispetto alla concorrenza!

3. Supporta le call-to-action con il visual design

La parte più importante di ogni descrizione è l’inserimento di una call-to-action appropriata che dirige gli utenti al link allegato. Fai sapere alle persone che potrebbero sapere di più del tuo brand visitando il tuo website e non soltanto il profilo Pinterest.

Per integrare questo approccio al tuo marketing su Pinterest, crea un’immagine che combini una chiara CTA con un pulsante. 

4. Incuriosisci l’utente con la promessa di rivelare di più

Una cosa che fa saltare gli utenti da un Pin ad un website è proprio la curiosità.

Ci sono alcuni elementi utilizzabili per incuriosire gli utenti tramite i tuoi Pin, come ad esempio intriganti titoli, descrizioni o sovrapposizioni di testo sull'immagine del tuo Pin.

Indipendentemente dal fatto che tu utilizzi una o tutte e tre le opzioni, utilizzale per fare una promessa di informazioni che miglioreranno l’esperienza degli utenti che visualizzano il tuo Pin.

Le persone faranno clic sul tuo Pin con l'aspettativa che fornirai ulteriori informazioni sulla pagina a cui il tuo Pin si collega.

5. Fai “pressing” per indurre il cliente all’acquisto immediato

Le persone sono attratte da quelle offerte che creano un senso di urgenza, come le offerte che scadono in breve tempo, prodotti in edizione limitata o in procinto di esaurirsi.

Il senso di urgenza crea la cosiddetta “Fear of Missing out” (FOMO) o la paura di ciò che ti perdi. 

La FOMO è ciò che porta le persone a cogliere l'opportunità di utilizzare uno sconto, sapendo che l'offerta scadrà in fretta, ed è il motivo per cui cliccano e acquistano qualcosa in poco tempo perché è quasi in esaurimento. Quindi puoi giocare nella paura che c’è qualcosa che l’utente perderà se non clicca ed agisce immediatamente.

Quali sono le prospettive per Pinterest SEO nel 2018

Nel 2017, i cambiamenti più evidenti sono stati l'introduzione di hashtag, delle board section, la ricerca visiva con Lens e la rimozione di conteggi di like e di Repin.

Con tutti questi cambiamenti, non è sicuramente facile prevedere con certezza quale direzione prenderà la Pinterest SEO nel 2018.

Cosa puoi fare a riguardo?

La risposta è semplice. Fai quello che ogni motore di ricerca vuole che tu faccia: concentrati sulla creazione di contenuti di alta qualità per i tuoi lettori!

In questa guida ti abbiamo illustrato come utilizzare Pinterest SEO per aumentare il traffico del tuo website. Inoltre, abbiamo introdotto il nuovo algoritmo Smart Feed e alcuni suggerimenti per come ottimizzare i Pin in modo che vengano visualizzati.

Ora è il tuo turno! Vai sul tuo account e arricchisci biografia, board e Pin di Pinterest con keyword pertinenti in modo che i tuoi contenuti vengano visualizzati nei risultati di ricerca. Prova a mettere in pratica i consigli che ti abbiamo dato e monitora i tuoi risultati. Se qualcosa funziona, devi essere curioso di sapere di cosa si tratta in modo da poter fare di più!

Alcune FAQ su Pinterest e SEO

Ora sai come far apparire al meglio i tuoi Pin su Pinterest!

Tuttavia, ci sono ancora alcune domande che vengono spesso poste riguardo Pinterest, specialmente quando si tratta di strategia SEO.

1. Eliminare o mantenere i Pin poco performanti?

Secondo alcuni studi, l'eliminazione di Pin con poche ricondivisioni può aumentare la qualità dell’account Pinterest

D’altra parte, eliminare dei Pin che oggi sono poco performanti, ma che in precedenza sono restati virali per mesi o addirittura per anni, potrebbe farti perdere migliaia di visitatori.

Quindi dipende tutto da dove sei disposto a investire il tuo tempo: vuoi passare il tempo a eliminare Pin o a creare nuovi contenuti?

2. Quando fai Repin ai contenuti di altri utenti dovresti cambiarne la descrizione? 

Ci sono molti blogger e proprietari di website che non conoscono molto di Pinterest. Di conseguenza, ci sono molti articoli fantastici ed interessanti che vengono però “smontati” da descrizioni povere e prive di keyword. 

Scrivere una buona descrizione per ogni Pin sicuramente richiede del tempo, ma per un blogger o un brand che vuole investire su Pinterest è molto importante e porterà a risultati. Infatti, una buona descrizione sia dei Pin che dei Repin porta ad un miglioramento della qualità del tuo Pin per ottenere più Repin. Provaci anche tu e monitora i tuoi risultati, così da poterli valutare rispetto al tempo investito.

3. Usare o non usare gli hashtag?

Fino a poco tempo fa Pinterest era una piattaforma “anti-hashtag”. Oggi invece gli hashtag sono accettati, ma Pinterest comunque raccomanda di non utilizzarne più di 20 per Pin.

Gli hashtag sono cliccabili e ricercabili, ma a differenza degli altri contenuti di Pinterest, i risultati di ricerca in base agli hashtag mostrano i Pin in ordine cronologico, anziché a partire dai migliori.

4. Come puoi assicurarti che le descrizioni ottimizzate vengano utilizzate dagli utenti quando pubblicano i post del tuo blog?

Se imposti il tuo blog su WordPress, puoi utilizzare un plug-in di WordPress come Social Warfare per fare in modo che la descrizione e l'immagine presenti nel post del tuo blog vengano utilizzate dagli utenti quando scaricano il post.

In alternativa, se non utilizzi un plug-in, aggiungi la descrizione all’alt-text dell'immagine.

5. Quanto tempo è necessario per ottenere una grande quantità di traffico al tuo website?

Tendenzialmente i primi 6-8 mesi la crescita di traffico è molto lenta, ma questo è normale: non abbandonare subito e continua a pubblicare Pin con costanza e strategia per ottenere risultati che vedrai aumentare settimana dopo settimana. 
Su Pinterest il coinvolgimento del tuo pubblico fa davvero una grande differenza, quindi falli sentire parte della tua attività ed incoraggiali a condividere di più i tuoi contenuti. 

Pinterest ha bisogno di più tempo per ottenere risultati rispetto a quanto accade con Facebook o con Instagram. Occorre avere pazienza e seguire passo dopo passo la strategia di Pinterest marketing per vedere il proprio business decollare su Pinterest. 

La quantità di traffico che arriverà al tuo website ti sorprenderà!

6. Qual è il consiglio per i brand che si registrano su Pinterest più tardi rispetto ai loro competitor?

C’è chi arriva prima e chi più tardi. Le aziende che hanno avuto più tempo per curare il loro account Pinterest potranno sembrare più avvantaggiate. Generalmente i brand che arrivano più tardi su Pinterest, quando i competitor hanno già un buon profilo, provano a recuperare in fretta. Ma per vedere dei buoni risultati occorre seguire la strategia di Pinterest marketing secondo le tempistiche necessarie e aspettare con pazienza i primi successi. Tempo al tempo! 

7. E’ importante aggiungere un testo sovrapposto all’immagine di un Pin? 

A volte può dar fastidio vedere un testo sopra un’immagine. Ma prova a guardare dalla prospettiva dell’utente: se la foto è confusionaria, il testo può aiutare a raccontare la storia che c’è dietro l’immagine ed attirare l’attenzione. 

Generalmente, i Pin con una bella immagine ed un testo più lungo sono i più performanti, in quanto fanno incuriosire l’utente e lo fanno soffermare sul tuo profilo, aumentando la probabilità di visita al website

Inoltre, presta attenzione al colore ed alla grafica: anche questi sono elementi che aiutano ad attirare l’attenzione degli utenti!

8. C’è un relazione tra numero di follower su Pinterest ed il numero di visite alla pagina?

Il numero dei follower può essere ingannevole: a volte capita che l’utente vede crescere il numero di follower sul suo profilo Pinterest, ma non accade lo stesso per il numero di visite al suo website. 

Sottolineiamo ancora una volta che il traffico di Pinterest dipende da una serie di fattori, come la pubblicazione delle immagini, quanto frequentemente vengono creati contenuti sul website, quanto si riesce a coinvolgere il pubblico e così via. 

Sicuramente, con meno follower avrai meno probabilità che venga visualizzata la tua pagina; viceversa, con più follower la probabilità aumenta. Tuttavia, non è garantito che con un tot di follower riceverai un tot di traffico al website!

Quindi concentrati soprattutto su come ottenere traffico al website seguendo i consigli che ti abbiamo riservato. 

pinterest SEO

Accelera il tuo business con Pinterest

Pinterest è una delle migliori fonti di traffico per molti siti web e a confermarlo sono alcuni brand online. Per questo motivo molte aziende vogliono scoprire di più su come funziona Pinterest. 

Se vuoi ottenere una crescita reale e stai vedendo Pinterest come una possibile soluzione, devi impegnarti a progettare Pin che inducano le persone a cliccarci sopra.

Con l'aiuto dei suggerimenti discussi in questo articolo, puoi ottimizzare i tuoi Pin per i clic e aumentare il traffico sul tuo website.

Quali sono i tuoi obiettivi?

Vogliamo approfondire l’argomento e discutere della tua attività di Pinterest marketing?

Contattaci a questo link, siamo sempre curiosi di conoscere nuove aziende e realtà italiane da supportare.