Houzz marketing? O meglio come raggiungere nuovi clienti con un social network verticale

Era il 2009 quando scoprimmo Houzz. Oggi la piattaforma in cui oltre 40 milioni di utenti attivi al mese cercano e trovano foto di mobili, complementi, case e giardini è da implementare completamente nella propria strategia di marketing (internazionale). Gli utenti combinano stili, colori e design per creare la loro casa perfetta e possono entrare in contatto diretto con progettisti e aziende per ogni elemento trovato su Houzz. Vuoi entrare a far parte di questa community?
houzz marketing
  • +12 Paesi 
  • +40 milioni di utenti attivi mensili
  • +1 milione di professionisti
  • +4 milioni di prodotti
  • +300 milioni di pagine visualizzate ogni mese
  • +9 pagine di media visitate per utente
  • +6 minuti di visita per utente

Houzz si pone come un vero e proprio social network con molteplici opportunità di vendita che favorisce la collaborazione tra diversi utenti, amici e professionisti.

Una volta effettuata la scelta gli utenti hanno la possibilità di entrare in contatto diretto con designers e imprese che operano nella propria area (o in aree diverse) e sviluppare il progetto che hanno in mente.

Stando al report 2016 rilasciato da Houzz, sono più di 8 milioni le foto di designers, aziende e altri professionisti pubblicate su questa piattaforma. Aspettare significherebbe perdere la possibilità di avere una visibilità importante a livello nazionale ma soprattutto internazionale. 


Chi dovrebbe utilizzare Houzz per il marketing?

Non è sorprendente che Houzz stia crescendo ad un ritmo così sorprendente se si guarda alla rapida adozione parallela di Pinterest (in ottica di Pinterest marketing) che è quel social media visivo che si rivolge principalmente alle donne e genera un enorme traffico nell’ambito del fai da te, decorazione per la casa, arredamento e complementi.

Tutte le imprese che operano nel campo del design e arredamento, delle costruzioni, del mobile e delle decorazioni, possono trarre un grosso vantaggio dall'inserimento di Houzz all'interno delle proprie strategie di marketing digitale (internazionale).

I settori più in voga al momento? Cucina e bagno, sia per quanto riguarda i prodotti che i servizi relazionati. Tuttavia sono presenti anche professionisti di altri settori come: home stagers, impianti di irrigazione, fotografi, agenti immobiliari, scuole ed organizzazioni di design, energia solare e servizi ambientali.

Per tutte le imprese che operano nel design e arredamento, Houzz rappresenta un bacino di utenti completamente in target.

La sfida diventa quella di massimizzare l’esposizione agli utenti e generare nuovi lead (sia in ambito B2B che B2C), su cui poi avviare tecniche mirate a favorirne la conversione. Il cuore della community di Houzz è costituito da:

  • Architetti e progettisti
  • Aziende di ristrutturazione
  • Fornitori di materiali edili
  • Aziende di design, arredamento e complemento
  • Punti vendita
  • Contractor
  • Studi di design
  • Designer
  • Interior designer
  • Progettisti di cucine
  • Architetti paesaggisti
  • Lighting designer

Perché inserire Houzz nella propria strategia di digital marketing?

Il business sta esplodendo.

Stando al report 2016 Houzz and Home, il 52% degli intervistati pianifica di rinnovare la propria casa nel 2016, il 46% è interessato alle decorazioni e 36% ad effettuare delle riparazioni.

Inoltre l’84% degli intervistati ha affermato di essere interessato ad assumere un professionista per progettare le modifiche da apportare. 

Esigenze di questo tipo sono continue nel corso del tempo per questo ogni azienda operante nel settore design deve essere pronto a cogliere l’occasione che gli si pone davanti. 

Le decisioni d’acquisto vengono prese online. Le persone avviano ricerche online riguardanti le caratteristiche del prodotto e sempre più spesso cercano una conferma sulla loro qualità grazie alle recensioni di chi ha già acquistato il prodotto.

Houzz permette alle aziende di presentare progetti, recensioni e avviare conversazioni con l’utente che sta prendendo una decisione d’acquisto grazie alle funzionalità di content management e lead generation

Houzz contribuisce alla SEO.

Categorie e profili sono ben indicizzati da Google (essendo anche Google Ventures tra gli investitori...).

houzz marketing

Houzz marketing: la strategia in 7 passi 

Houzz presenta un sistema di ranking interno che permette alle aziende e ai professionisti con i profili migliori di raggiungere posizioni più rilevanti nel proprio motore di ricerca. I principali criteri che influenzano il posizionamento sono:

  • Il numero e la qualità delle foto
  • La popolarità del profilo
  • Le keywords utilizzate all'interno dei contenuti gestiti
  • Le recensioni positive (almeno tre)
  • Le descrizioni accurate
  • Le interazioni con gli utenti

Seguendo gli 8 consigli riportati di seguito sarai in grado di fare un salto di qualità che ti porterà dal gestire un semplice profilo su Houzz a gestire una macchina perfetta per generare nuovi leads

1. Includi Keywords strategiche

Assicurati che il tuo target riesca ad arrivare al tuo profilo quando avvia una ricerca su Houzz con delle parole chiave determinanti per il tuo settore. Prendiamo il caso in cui un compratore di case di Milano voglia vedere degli esempi di esterni realizzati in quell'area.

L’utente potrebbe avviare una ricerca con le parole chiave “esterni Milano”, se sei un costruttore che opera in quella zona vorrai apparire tra i risultati di ricerca.

Questo dimostra come sia importante includere anche dei riferimenti geografici tra le parole chiave.

Quindi per un’impresa milanese che opera nel campo del restauro delle cucine è utile posizionarsi sulla keyword “Restauro cucine Milano” anziché il più generico “Restauro cucine”.

Quando si inserisce un progetto su Houzz vi è una sezione specifica per inserire le keywords, tuttavia è possibile effettuare delle modifiche anche dopo aver pubblicato un progetto accedendo alle sezione “Edit”.  

In questa fase è molto importante prendersi tutto il tempo necessario ad individuare keywords effettivamente rilevanti all'interno del settore.

Assicurati, poi, di inserirle all'interno della descrizione del progetto. Maggiore sarà l’accuratezza delle descrizioni maggiore sarà il numero di utenti che l’azienda sarà in grado di raggiungere.

Un altro motivo per scegliere con attenzione le keywords utilizzate è che i profili presenti su Houzz vengono indicizzati da Google. Quindi quando un utente avvia una ricerca vorrai apparire nella lista dei risultati di Houzz e con il migliore posizionamento possibile. A questo proposito è molto utile operare sulle recensioni.

2. Aumenta le recensioni

La migliore tecnica di vendita è il passaparola. Le recensioni online sono spesso considerare allo stesso livello dei consigli degli amici. Gli utenti effettuano sempre più ricerche online prima di effettuare un acquisto. In questa fase le recensioni sono decisive. 

Lo stesso discorso vale per Houzz. Più recensioni ricevi, più acquisiti posizioni nel ranking per area geografica di Houzz. Per questo è importante incoraggiare i clienti ad inserire recensioni, questo compito è facilitato dalla funzionalità “Get reviews” che permette di inviare un'email ai clienti per richiedere una recensione direttamente dalla piattaforma.

L’email contiene un link che reindirizza l’utente direttamente al progetto di cui si richiede la recensione. 

3. Inserisci un link a contenuti pubblicati sul blog

Quando inserisci un nuovo progetto sul tuo profilo Houzz inserisci un link esterno al tuo blog per fornire maggiori informazioni sul progetto.

Questa strategia permette alle aziende di aumentare il traffico sul website, creare nuovi contenuti per il blog e incoraggiare gli utenti ad approfondire la conoscenza sull'azienda e sulla sua offerta.

In questo modo le aziende avranno anche la possibilità di incoraggiare la lead generation grazie alle CTA presenti sul blog o sulle landing page in cui vengono reindirizzati gli utenti. 

4. Coinvolgi gli utenti grazie alle sezione “Fai una domanda” e “Consigli”

Grazie alla sezione “Fai una domanda” gli utenti hanno la possibilità di entrare a contatto diretto con chi ha postato una foto o un progetto e informarsi sugli elementi presenti, per questo è molto importante monitorare costantemente Houzz.

Risposte rapide da parte dell’azienda dimostrano interesse e aprono la possibilità di avviare conversazioni attive. Se invece si risponde dopo diverso tempo, l’utente potrebbe ricevere risposte da qualcun’altro oppure aver perso interesse verso l’offerta aziendale. 

Rispondere in maniera dettagliata è altrettanto importante perché mostra la preparazione e l’esperienza dell’azienda. E’ qui che si vede la forza della funzionalità “Fai un domanda”.

Houzz, inoltre, offre la funzionalità “Consigli”. Intervenendo in queste conversazioni l’azienda ha la possibilità di entrare in contatto con nuovi utenti e migliorare la propria visibilità. Entrambe le funzionalità permettono di avviare conversazioni one-to-one con l’utente e di avviare relazioni durature.

5. Usa i segnalibri per inserire informazioni sempre aggiornate nel CRM aziendale

I segnalibri permettono di mantenere traccia delle tue conversazioni preferite su Houzz. Se stai utilizzando questa piattaforma per comunicare con potenziali acquirenti è molto utile tenerne traccia per inserire continuamente nuove informazioni all'interno del CRM aziendale.

6. Inserisci un badge o un widget di Houzz nel tuo website

In questo modo sarà possibile dare una spinta decisiva al tuo profilo nella directory di Houzz.

Vi sono diversi badge tra cui scegliere a partire da quelli che indicano che hai un profilo su Houzz a quelli che mostrano riconoscimenti speciali ottenuti sulla piattaforma.

Stesso discorso vale per i widget. Houzz offre, infatti, la possibilità di mostrare sul proprio website recensioni e slideshows dei progetti. In questo modo l’azienda avrà la possibilità di mostrare la propria professionalità a tutti gli utenti che fanno affidamento su Houzz per prendere le proprie decisioni d’acquisto.

7. Sottoponi i tuoi progetti alla redazione di Houzz

In questo modo avrai la possibilità di entrare a far parte degli editoriali proposti dalla piattaforma come “Ambiente del giorno” o “Cucina della settimana” e raggiungere la visibilità nazionale.

Questi articoli si basano solamente sul merito (non è possibile pagare per ottenere uno spazio) per questo agiscono come un indicatore dell’esperienza e della creatività dell’azienda

Houzz Marketing

Non aspettare!

Houzz è in grado di canalizzare e raccogliere l’interesse degli utenti che hanno bisogno di arredare, rinnovare o comprare casa.

Come già spiegato nell’articolo “Come creare valore dal giusto social network”, esistono piattaforme più adatte di altre per raggiungere il proprio target. Houzz è senza dubbio il social network più adatto a veicolare traffico e leads verso il website aziendale. 

Investendo tempo nel curare il profilo aziendale e gestire al meglio contenuti e interazioni su questa piattaforma, la tua azienda ha la possibilità di avviare una strategia di lead generation sostenibile e di avviare conversazioni importanti con potenziali clienti.

Sei pronto ad incontrare il tuo pubblico?