Traffico, lead generation e aumento delle vendite con Pinterest

Negli ultimi anni è cresciuto notevolmente il numero di brand del settore dell’arredamento e design presenti online: oltre ai website che ormai tutte le aziende possiedono, sono sempre più comuni i profili business sui social network.

Spesso queste aziende si focalizzano sulle piattaforme più pubblicizzate come Facebook, Instagram, LinkedIn, YouTube e Twitter, credendo che questi siano gli unici canali per la brand awareness e lead generation.

Non sanno infatti che quell’account su Pinterest che hanno attivato un giorno per caso, potrebbe portare importanti risultati in termini di ritorno d’investimento.
pinterest lead generation

Pinterest è una piattaforma che spesso tende ancora a passare inosservata per la maggior parte dei brand.

Per tutte quelle aziende invece che sanno come utilizzarlo, Pinterest si sta ormai configurando come potente strumento di (social media) marketing capace di far crescere la brand awareness, guidare traffico profilato al tuo sito web, generare lead e convertirli in clienti, aumentando le vendite.

Ogni social media ha i propri vantaggi ed utilità ed è per questo motivo che è importante operare su più tipologie di piattaforme. 

Pinterest potrebbe non essere perfetto per ogni marketer di qualsiasi settore, ma offre un’enorme opportunità per le aziende del settore arredamento e design (così come quelle del comparto moda e food).

Se hai un prodotto da far conoscere e promuovere agli utenti, Pinterest con i suoi 200 milioni di utenti attivi mensilmente (MAU) potrà dimostrarsi importante nella tua strategia di social media marketing (per non dire di marketing digitale).

Occorre soltanto dedicarci del tempo, seguire una strategia iniziale e dedicare metodo e attenzione ai dettagli.

Perché utilizzare Pinterest?

Usare Pinterest per fare social media marketing è particolarmente efficace per le aziende che vendono “prodotti visuali” come ad esempio i brand di interior design.

Infatti, a fine 2017 le categorie più popolari erano le seguenti:

  • Food and Drink
  • Idee “fai da te” (DIY)
  • Arredamento e complementi
  • Fashion
  • Viaggi
  • Hair and Beauty

Per tutte quelle aziende attive su Pinterest, quindi, diventa fondamentale  conoscere le “SEO best practices di Pinterest”, come connettersi con il tuo target di mercato, come presentare i tuoi prodotti e come ottenere Repin, like e condivisioni con un Pin. 

Attualmente Pinterest riesce ad attirare più acquirenti di ogni altro tipo di social media. Circa il 72% degli utenti interessati a Pinterest conferma che questa piattaforma è molto utile per la loro ispirazione e li conduce spesso a decisioni d’acquisto.

A questo proposito, è stato provato che gli utenti di Pinterest spendono molto di più rispetto agli utenti degli altri popolari social network (secondo alcune statistiche gli utenti di Pinterest spendono quasi il doppio di quanto spendono gli utenti di Facebook ed il triplo degli utenti di Twitter).

Questo significa che ci sono molti potenziali lead che stanno aspettando di essere coinvolti e convertiti.

La lead generation su Pinterest

Su Pinterest, a differenza degli altri social media, si possono generare due tipi di lead: lead diretti e lead indiretti. 

Qual è la differenza?

  • Lead diretti vengono generati direttamente attraverso un contenuto su Pinterest che si ricollega direttamente ad una landing page sul tuo website. In questa landing page, i visitatori possono condividere le loro informazioni personali (nome, indirizzo email, numero di telefono ecc.) in cambio di un’offerta, che si tratti di un ebook, un coupon, un’infografica o qualsiasi altro tipo di contenuto. 
     
  • Lead indiretti vengono generati usando Pinterest nel percorso di conversione di un utente. Ad esempio puoi pubblicare dei contenuti (Pin) su Pinterest che poi indirizzeranno traffico ad un articolo che include una call-to-action (che porterà quindi l’utente ad una landing page); in questo modo sarà il tuo Pin iniziale che porterà i visitatori alla landing page.

Pinterest è una sorta di rivista moderna che ti propone idee interessanti e ti aggiorna sulle recenti tendenze. Se utilizzata in maniera opportuna, questa piattaforma potrà essere una “miniera d’oro” per il tuo website e database. 

Un altro aspetto interessante è che gli utenti di Pinterest tendono ad avere le “tasche più profonde”. Shopify riporta che gli acquirenti provenienti da Pinterest spendono una media più alta per ordine rispetto agli altri utenti provenienti da altri social network.


Infatti, sai qual è il social network per il settore arredamento e design che genera più vendite per i brand?

No, non è né Facebook, né Instagram, né Twitter. E’ proprio Pinterest.

L'avresti mai detto?

Secondo alcune statistiche, 8 Pinner attivi su 10 affermano di avere acquistato qualcosa su Pinterest, grazie ai contenuti visuali che offre questa piattaforma di ricerca.

E parliamo proprio del target di architetti, progettisti e interior designer (in cerca di ispirazioni e prodotti).

Le persone sono più propense a fare acquisti su Pinterest rispetto ad altre piattaforme. Questo perché Pinterest guida le persone attraverso il processo di acquisto, da quel primo momento di ispirazione all'acquisto finale. Questo avvantaggia anche i brand in modo estremamente interessante. Il percorso di acquisto di oggi è più frammentato che mai, ma i brand possono utilizzare Pinterest per raggiungere le persone durante l'intero processo.

Secondo Pinterest l’ultimo periodo è stato segnato da una media dell'87% di pinners che frequentava Pinterest proprio in fase decisionale di acquisto. Secondo Kleiner Perkins Caufield & Byers questa percentuale era del 55%. Resta il fatto che sugli altri social network questa percentuale rimane sulla media del 12%.

Tre quarti dei contenuti salvati su Pinterest proviene da aziende, rendendo così la pubblicità contestuale un componente naturale della piattaforma (piuttosto che un elemento interruttivo). 

Detto questo Pinterest marketing resta una strategia a lungo termine.

Shoppers use Pinterest to guide their decisions

Alcuni metodi efficaci per supportare la lead generation e l’aumento delle vendite con Pinterest

1. Pinterest SEO

Il primo step da affrontare per poter iniziare ad operare su Pinterest per la lead generation e aumento delle vendite è quello di ottimizzare il proprio profilo business su Pinterest. 

Innanzitutto, identifica il tuo brand: così come per tutti gli altri social network, è importante che sul tuo profilo Pinterest vengano inserite tutte le informazioni necessarie. Aggiungi il logo aziendale come immagine del profilo, includi un link verificato al tuo website, includi anche l’URL e realizza una descrizione del brand. Questo è un ottimo modo sia per la brand awareness, sia per migliorare la visibilità SEO. 

Se non l’hai ancora fatto e vuoi scoprire alcuni “trucchi” per un’ottimizzazione completa ed efficace, segui i consigli su Pinterest SEO che ti abbiamo riservato sul nostro blog. 

2. Ottimizza i tuoi Pin ed includi immagini senza visi (!) e inizia ad utilizzare i video per attirare l'attenzione degli utenti

Per generare lead ti devi assicurare che i tuoi Pin vengano notati e catturino l’attenzione degli utenti. Un consiglio per far sì che questo accada è quello di pubblicare Pin con immagini interessanti ed attraenti.

Come deve essere un’immagine ideale per un contenuto su Pinterest?

Analizziamo i dati:

  • Le immagini senza volti ricevono il 23% di condivisioni in più rispetto a quelle che ritraggono visi di persone. Il consiglio quindi è quello di pubblicare immagini del prodotto o servizio che offri, escludendo i volti di persone. 
     
  • I pin con più colori dominanti vengono condivisi (Repin) 3,25 volte di più rispetto a quelli caratterizzati da un singolo colore. Usa colori forti e luminosi ed evita quelli scuri e spenti! 
     
  • Presta attenzione anche alle dimensioni: le immagini che pubblichi dovrebbero idealmente avere una larghezza di 600 pixel ed essere più alte che larghe, visto che le immagini alte occupano più spazio nel display, catturando l’attenzione degli utenti. Le dimensioni che ad oggi generano maggior coinvolgimento sono quelle più lunghe (736 x 1102px), per questo le infografiche creano grande impatto su Pinterest. Con così tante immagini in una board, è importante infatti che le tue immagini risaltino, vengano notate e generino attenzione.
     
  • Aggiungi descrizione ed hashtag alle immagini: per farti trovare facilmente e velocemente dagli utenti, è importante che alle immagini venga inserita una buona descrizione contenente keyword e hashtag significativi. 

    Aggiungendo hashtag ai tuoi Pin i tuoi contenuti verranno trovati facilmente dagli utenti, che potranno aggiungerli immediatamente nelle loro board (Repin) o visitare il website. Fortunatamente, Pinterest ti permette di usare gli hashtag in ogni singolo post che pubblichi. Se utilizzi gli hashtag anche su Facebook e Twitter, assicurati di utilizzare gli stessi anche per Pinterest!
     
  • Pinterest non è una piattaforma dedicata soltanto ad acconciature, outfit, design, arredamento, cibo o ispirazione per matrimoni. Puoi pubblicare Pin interessanti riguardo qualsiasi argomento!

    Per far conoscere al meglio il prodotto o servizio che offri, pubblica video di tutorial o di come utilizzare il tuo prodotto per coinvolgere ancora di più i tuoi utenti ed incentivarli all’acquisto. 
     
  • Inserisci anche delle infografiche ai tuoi Pin. Le infografiche sono popolari per la stessa ragione per cui Pinterest è popolare: gli utenti amano le immagini! Agli utenti piace osservare un formato visuale che gli permette di vedere il prodotto o servizio che offri. Se sei alla ricerca di un modo semplice per catturare lead, le infografiche sono indubbiamente un’opzione da considerare.
pinterest lead generation

3. Crea delle board per tenere organizzato il tuo profilo business di Pinterest

Pinterest dà la possibilità di creare delle board, che consentono di tenere ordinato il tuo profilo. Grazie a board tematiche, gli utenti saranno facilitati nel cercare i tuoi pin e passeranno il tempo che hanno risparmiato nella ricerca a visitare il tuo profilo. Quando crei una board definisci la tematica e realizza una descrizione chiara e interessante riguardo i Pin che pubblichi all'interno. 

Quindi dedica del tempo alla creazione di board: pubblicando dei contenuti utili ed interessanti all'interno di esse, aumenterà la probabilità che i tuoi follower si convertano in lead. Una volta che gli utenti capiscono come i utilizzare i tuoi prodotti e conoscono meglio il tuo brand, è molto probabile che diventino lead e, in seguito, clienti. 

Un altro metodo per ottenere più follower ed aumentare la probabilità di conversione in lead, è creare o partecipare a board di gruppo.

Partecipando a board di gruppo, gli utenti che ne fanno parte saranno curiosi di sapere chi sei e probabilmente inizieranno a seguirti. 

Tuttavia, questo non è così scontato e non sempre accade. Piuttosto, crea una tua board di gruppo e indica chiaramente nella descrizione che per partecipare gli utenti devono seguire quella stessa board ed il tuo profilo. Questo è un metodo utilizzato spesso da coloro che creano board di gruppo e è sicuramente uno dei modi più efficaci per ricevere rapidamente molti follower. Ci vuole un po’ di astuzia!

4. Utilizza Rich Pin e Pin sponsorizzati

Con un profilo ottimizzato e un’attività costante su Pinterest, i Rich Pin e i Pin sponsorizzati si configurano come due funzionalità molto utili per aumentare le vendite. 

  • Rich Pin o Pin dettagliati forniscono delle informazioni aggiuntive riguardo il Pin pubblicato. Questi Pin sono collegati direttamente alle pagine del website aziendale, quindi nel momento in cui viene aggiornato il contenuto di una pagina, verrà aggiornato automaticamente anche il Pin su Pinterest. Per un brand che ha l’obiettivo di aumentare le vendite con Pinterest, aggiungere i Rich Pin ai contenuti di Pinterest è un metodo molto efficace, in quanto gli utenti potranno beneficiare dei Pin di prodotto che includono prezzi in tempo reale, disponibilità in magazzino ed il link diretto alla pagina d’acquisto del website.

  • Pin sponsorizzati sono dei Pin particolari scelti dall’azienda per avere una maggiore visibilità nell’homefeed e nei risultati di ricerca, per generare maggior coinvolgimento e portare più traffico al link del website aziendale a cui è associato. 

    I Rich Pin e Pin sponsorizzati possono migliorare il CTR (click through rate) ed aumentare quindi la probabilità di generare contatti e vendite. 

Il targeting delle inserzioni è un punto fondamentale. In questa direzione si muove l’actalike di Pinterest che offre una targetizazzione per raggiungere nuovi utenti di valore sulla piattaforma.

Questa opportunità incrementa lo share of voice del brand tra i pinners che sono.

  • Interessati a brand simili al tuo
  • Maggiormente coinvolgibili con il tuo contenuto o con brand simili
  • Rendere i tuoi pin maggiormente correlati alle ricerche degli utenti

In ultima analisi, l’advertising che utilizza l’actalike può portare ad un aumento del traffico e delle vendite di siti web su maggior larga scala. 

Dal momento che le inserzioni sono basate su un pubblico altamente qualificato, puoi aumentare le visite al tuo sito web anche tra gruppi molto specifici. D’altro lato la scalabilità di questa funzionalità, eviti i ristretti segmenti di pubblico e le inefficienze di costo.

Puoi catturare gli utenti più intenti e pronti per l'acquisto mettendo a punto interessi e targeting per parole chiave di ricerca rispetto alle azioni degli utenti.

Inoltre, puoi escludere la gestione delle relazioni con i clienti o il retargeting dei segmenti di pubblico che sono già stati convertiti per evitare di sprecare la spesa pubblicitaria (una funzionalità che ad oggi non è presente in alcun social network).

Il ROAS di questa opportunità di fare advertising su Pinterest può arrivare a generare 3x le percentuali di click delle inserzioni, arrivando ad aumentare di 30 volte la copertura di utenti profilati.

Utilizzando il Pinterest Ads Manager ti sarai accorto che è possibile tragittare in 3 direzioni:

  • Targeting per elenco di clienti: indirizzi le inserzioni verso clienti esistenti tramite email o ID mobile
  • Remarketing dei visitatori: puoi raggiungere gli utenti che hanno visitato il tuo sito web. In questa direzione si muove anche RLSA (remarketing for search ads) che segmenta gli utenti che hanno visitato il tuo sito web, poi su Pinterest effettuano nuove ricerche. Una strategia in questo senso è quella di attivare una campagna con l’RSLA “ampia” in cui è possibile aggiungere più keywords ma comunque rilevanti che normalmente però non farebbero parte della tua mappa keyword. Ad esempio generalmente non ha senso fare un inserzione su un termine come “lighting ideas” perché piuttosto generico e con una forte competizione ma dato che l’utente ha già visitato il tuo sito web, puoi creare una campagna RLSA e ed esporre a questo pubblico le tue inserzioni.
  • Targeting lookalike: raggiungi un gruppo di persone più ampio che sembrano e agiscono in modo simile al tuo pubblico esistente
pinterest advertising

5. Pubblica con metodo

Per ottenere più visibilità, scegli il momento migliore della giornata per pubblicare: pubblica Pin quando i clienti stanno facendo lo stesso.

I momenti della giornata come dalle 2 alle 4, dalle 14 alle 16 e dalle 20 all’1 sono approssimativamente i momenti migliori per pubblicare Pin, ma questo può dipendere dalla varietà dei tuoi clienti. Pinterest suggerisce anche che alcune categorie danno risultati migliori in determinati giorni della settimana.

6. Se parliamo di eCommerce: utilizza i coupon

I coupon, se utilizzati adeguatamente, possono essere un elemento molto efficace per generare lead e aumentare le vendite. Agli utenti piace trovarsi davanti l’opportunità di acquistare un prodotto o un servizio ad un prezzo inferiore: con i coupon attiri l’attenzione degli utenti e li induci all'acquisto.

L'influenza psicologica dei termini come “free”, “sconto”, “omaggio”, “gratis” funziona molto bene per attrarre i consumatori. I coupon più diffusi sono gli “store coupon”, “online coupon”, e i “coupon di gruppo”. 

I coupon sono semplici da impostare e puoi crearli direttamente dal tuo website. Per risultati ottimali, assicurati che i tuoi Coupon-Pin rimandino direttamente alla pagina del prodotto o servizio del tuo website!

7. Proponi dei contest

Un altro interessante metodo per la lead generation e aumento delle vendite sono i contest. Questi ti permettono di entrare in contatto con i tuoi potenziali clienti, generando così Repin, share e like.

Un contest organizzato correttamente può davvero rallegrare gli utenti. Così come i coupon, anche i contest possono essere ospitati nel website aziendale per attirare più traffico, oppure possono essere avviati direttamente sul profilo business di Pinterest. 

Ecco qualche consiglio per creare un contest efficace ed ottenere il meglio dalla tua attività su Pinterest:

  • I contest su Pinterest devono essere facilmente accessibili e tutti gli utenti devono poter essere in grado di partecipare.
  • Proponi i contest con immagini ad alto impatto visivo, per catturare ancora più attenzione degli utenti.
  • Promuovi il contest anche attraverso il tuo website, il tuo profilo business di Facebook e quello di Twitter

8. Metti in pratica una cross promotion

La cross promotion è una strategia di promozione molto efficace su Pinterest, indipendentemente dal prodotto o servizio che si intende promuovere. Esistono principalmente due modi di fare cross promotion per i tuoi Pin o pagine:

  • Il pulsante “Pin It” è una funzionalità business di Pinterest che potresti aver già visto in molti siti o pagine. E’ molto semplice da impostare: basta andare direttamente sul sito Pin It Button su Pinterest e completare le informazioni richieste. Una volta fatto questo, aggiungi il pulsante Pin It in un'immagine, sottoscrivi l'URL ed hai finito! Per ottenere risultati migliori, il pulsante Pin It viene posizionato accanto a tutti i Pin del prodotto sul website. Oltre a mettere semplicemente like ai tuoi prodotti, con questo pulsante l’utente potrà facilmente condividere su Pinterest il contenuto che gli piace. Si tratta di un metodo intelligente per ottenere un buon numero di consumatori interessati senza pagare alcun costo.

  • La Pinterest tab viene utilizzata per essere aggiunta alla pagina Facebook del website aziendale. Grazie a questa funzione potrai vedere tutte le board di Pinterest nel modo più ordinato, così come sono appaiono sul tuo account Pinterest. In questo modo, i tuoi Pin possono essere facilmente condivisi con i follower di Facebook e gli utenti del website aziendale e potrai ottenere più visualizzazioni, like, condivisioni e, infine, maggiore traffico.

9. Associa il prodotto o servizio che offri ad un lifestyle

Pubblica contenuti interessanti e in grado di coinvolgere il tuo pubblico.

Gli utenti su Pinterest sono in cerca di ispirazione, cercano qualche consiglio e suggerimento per concretizzare le idee che hanno in testa. Tutto ciò che devi fare quindi è quello di ispirare il tuo pubblico, non limitarti soltanto alla vendite.

Crea delle board tematiche in cui pubblichi contenuti che riguardano non soltanto il prodotto o servizio che offri, ma l’applicazione e l’utilizzo di questi in un contesto piacevole ed interessante che rappresenti uno stile di vita particolare

I brand devono essere in grado di capire i loro clienti e il tipo di contenuto che bramano e vendere il lifestyle, piuttosto che solamente il prodotto o servizio in sé.

10. Coinvolgi gli utenti

Per contribuire ad aumentare il coinvolgimento e la lead generation, fai sentire partecipi i tuoi utenti e coinvolgili nei tuoi contenuti.

Su Pinterest gli utenti hanno la possibilità di seguire, grazie al bottone “follow”, sia altri utenti, sia delle board specifiche in base ai propri interessi. Un esempio di come si possano generare lead è proprio questo: inizia a seguire gli utenti interessati a ciò che promuovi.

Ad esempio, se la tua azienda vende lampade, inizia a cercare e seguire i Pinner che pubblicano Pin di lampade. Se hai un ristorante, segui i Pinner interessati a piatti tipici, ricette, utensili da cucina e così via. 

Non rimanere impassibile: aspettare a braccia conserte di ricevere una grande quantità di follower è una perdita di tempo e non porta ai risultati desiderati. Devi farti vedere presente dagli utenti nella piattaforma e coinvolgerli in ciò che fai. 

Tuttavia, non sempre un determinato numero di follower corrisponde allo stesso numero di conversioni in lead. Ma sicuramente con un maggior numero di follower avrai più probabilità di conversione in lead, traffico al website e aumento delle vendite. 

Ad esempio, una potente tattica per ottenere follower è seguire i follower dei tuoi competitor. Dal momento che avete lo stesso pubblico di destinazione, è probabile che se seguono i tuoi competitor, seguiranno anche te.

Come trovare i tuoi competitor?

Digita nella barra di ricerca i termini che potrebbero trovarsi nel profilo dei tuoi competitor. Ad esempio, se la tua azienda si occupa di interior design, potresti cercare “interior design tips”

Nei risultati di ricerca compariranno diverse opzioni. Per trovare i profili dei tuoi competitor, seleziona “persone”. In questo modo troverai tutti coloro che pubblicano contenuti riguardo consigli di interior design. Inizia ad esplorare uno ad uno i profili dei tuoi competitor. Da qui potrai iniziare a seguire i loro stessi follower e vedrai che molti di loro inizieranno a seguirti!

Inoltre, tieni sempre a mente l’importanza delle keyword: grazie alla presenza di keyword nel titolo e descrizione delle tue board, nei tuoi pin e nel tuo profilo in generale, gli utenti potranno trovarti più facilmente ed iniziare a seguirti.

Più follower equivalgono a più credibilità e più autorità nella tua nicchia. E questo vale per ogni tipo di social. Ma nel caso di Pinterest, che è un motore di ricerca, il numero di follower riveste una maggiore importanza. 

11. Collabora e “sfrutta” la popolarità degli influencer

Per dare un po’ di forza e visibilità al tuo profilo Pinterest e promuovere i tuoi Pin o board, potresti collaborare o “sfruttare” la popolarità degli influencer che pubblicano contenuti inerenti ai prodotti o servizi che offre il tuo brand. 

Alcuni brand, ad esempio, invitano gli influencer a creare delle board sui loro profili, ottenendo come risultato molto traffico al proprio profilo e probabilità di conversione in lead. Sicuramente il brand dovrà dare qualcosa in cambio agli influencer come, ad esempio, pagargli una piccola quota.  

Scegli di collaborare con degli influencer il cui pubblico assomigli ai tuoi clienti ideali.

Come connettersi con gli influencer desiderati?

Per stabilire una relazione o una collaborazione con degli influencer particolari, potresti iniziare taggandoli nei tuoi Pin. Ad esempio, puoi condividere i loro contenuti o qualcosa di relativo ai Pin che pubblicano solitamente.

Evita di taggare gli influencer nei Pin che non sono correlati ai loro contenuti, perché in questo modo potrebbero essere considerati spam.  

Le campagne di influencer marketing, se svolte correttamente e con la giusta strategia, si possono trasformare in un enorme successo su Pinterest per quanto riguarda traffico al website, lead generation e aumento delle vendite.

12. Monitoraggio dei risultati

Utilizza gli strumenti di analitica che Pinterest mette a disposizione per monitorare l’andamento dei tuoi Pin e della tua attività sulla piattaforma in generale. 

Infatti, un account business ti permette di ottenere anche statistiche complete e complesse, che con un normale account non riusciresti ad avere. Inoltre, potrai essere a conoscenza di quanti Repin il tuo brand ottiene al giorno, alla settimana e al mese, chi clicca sui tuoi Pin, il numero di click al tuo website, la media delle impressioni giornaliere, quanti utenti visitano il tuo profilo business su Pinterest ed altro ancora. 

Questi dati ti aiuteranno a realizzare al meglio i seguenti Pin e board, in quanto ti permettono di identificare quali immagini attirano e coinvolgono gli utenti e quali invece non funzionano. 

13. Partecipa alle Pinterest Contributor Boards

Non per ultimo per importanza, un metodo veramente efficace per indirizzare traffico verso il tuo sito web è condividere i tuoi pin alle Pinterest Contributor Boards. 

Conosciute come Pinterest group board, le persone collaborano e pubblicano pin correlati in luoghi comuni. Tali community possono offrire incredibili vantaggi (quando il contenuto che si pinna è effettivamente rilevante per la community) tra cui una maggiore esposizione per i tuoi contenuti, maggior repin l’aumento di nuovi fan e follower del tuo brand.

La chiave del successo è assicurarti di leggere le regole di amministrazione di ogni gruppo per l’adesione.

Ogni gruppo infatti è diverso quindi acquisire familiarità con queste politiche per evitare di essere bannato è fondamentale. Un modo semplice pre trovare gruppi su Pinterest pertinenti con la tua azienda è utilizzare un’app come PinGroupie.

Lead generation e aumento delle vendite con Pinterest

Il tuo brand è riuscito a generare lead e aumentare le vendite con Pinterest?

Dalle analisi si imparano i successi e gli insuccessi dell’attività svolta, quindi ciò che potrai e dovrai ripetere per raggiungere i tuoi obiettivi, e ciò da evitare in quanto rivelatosi inutile. Non trascurare questi dati, sono fondamentali per un continuo miglioramento della tua attività su Pinterest!

Pinterest è un vero e proprio motore di ricerca che gli utenti utilizzano per trovare ispirazione ed acquistare il pacchetto “prodotto e idea”. Per questo motivo, i brand su Pinterest devono costantemente creare Pin di qualità, che verranno apprezzati e condivisi dagli utenti, aumentando così il flusso di traffico verso il website aziendale, generare lead e aumentare la possibilità di vendita

Quali sono i tuoi obiettivi?

Vogliamo approfondire l’argomento e discutere della tua attività di Pinterest marketing per lead generation e aumento delle vendite?

Contattaci a questo link, siamo sempre curiosi di conoscere nuove aziende e realtà italiane da supportare.